LA NOSTRA STORIA

L’Associazione Sportiva Dilettantistica “Taekwondo Black Hawks” nasce il 1° marzo 2014 per volontà del Coach Silvano Sari e del Maestro Elhadij Ndiaye , entrambi allenatori federali e Ufficiali di Gara della FITA (Federazione Italiana Taekwondo).

La A.S.D. TKD BLACK HAWKS è la realizzazione del desiderio di formare una nuova realtà, piena di entusiasmo e affiatamento, così come espressa da parte di amici, genitori e atleti, verso lo sviluppo di un gruppo orientato a stare assieme nello spirito del Taekwondo.

Da subito il Coach è stato affiancato da familiari, amici, altri Maestri e insegnanti di questa meravigliosa disciplina, in un grande clima di collaborazione, dimostrato dalla formazione di un forte legame tra scuole di arti marziali e altri enti sportivi, anch’essi desiderosi di vivere lo spirito del Taekwondo nella sua purezza, non solo nei suoi aspetti tecnici o agonistici.

Inizialmente, il Tkd Black Hawks praticava nella sede di Musile di Piave presso la via principale; con una manciata di atleti, ha cercato di farsi strada nella varie competizioni a cui ha partecipato. Uno di questi atleti è il figlio del Coach, il Top Fighter Matteo Sari. Quest’ultimo, rispettato e adorato dalla sua squadra ha cercato di raggiungere traguardi e obiettivi sempre più lontani, diventando appunto, l’atleta più performante della squadra.

Dopo circa due anni, la società si trasferisce a San Donà di Piave in via Barcis, in un immobile più grande. Successivamente i primi anni, la società si fece conoscere nel territorio e il numero di iscritti aumentò. Per volere di tutto lo staff tecnico, la squadra si lanciò in una nuova esperienza: le proposte estate del territorio; per la precisione, alla P.E.R. organizzata dall’ oratorio Don Bosco di San Donà, e al Grest di Musile di Piave. Queste, secondo il parere del Coach, ora Presidente Silvano Sari:

La P.E.R. di San Donà e il Grest di Musile, sono il modo migliore, la via più bella per incontrare, conoscere e scoprire nuove promesse del taekwondo, nuovi atleti.

Infatti, alcuni ragazzi dei grest si lasciarono incantare da questa disciplina vista nei rispettivi laboratori e si iscrivettero come atleti alla squadra.

Ora, ormai a quasi quattro anni di vita, la società tocca la quota di una sessantina di atleti iscritti. Questo ci rende consapevoli che siamo ancora agli inizi e che ci sono molti ragazzi da raggiungere che potrebbero essere innamorati di questo meraviglioso sport.